Carmelina CaraccioDi / Pubblicato 1 anno fa in Aumenta il tuo business, Email Marketing, Social Media Marketing.

FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmail
post151

 

Sei convinto dell’importanza di un blog aziendale nella strategia di web marketing? Quando si parla di Content Marketing il blog è lo strumento principale da cui prendono forma gran parte dei contenuti, in formato testuale, video e grafico, volti a intercettare, attrarre e influenzare visitatori.

L’ obiettivo primario del blog non è la vendita diretta, ma quello di incanalare l’utente in un “tunnel” di marketing più ampio e strutturato, che si interseca con tutti gli altri canali nei quali l’azienda è attiva oltre che essere un valido strumento per attirare nuovi potenziali clienti (lead).

Ovviamente perché ciò accada bisogna avere un piano editoriale definito, degli obiettivi definiti e uno stile definito che possa attirare potenziali clienti e al contempo consentire alla tua azienda il successo tanto sperato.

Ma quali sono le ragioni che potrebbero portare al fallimento di un blog aziendale? Vediamole insieme.

Le 5 ragioni che possono far fallire un Blog aziendale

1. Mancanza di originalità e definizione della nicchia.

Come sai ogni nicchia tematica è ormai piena di blog. Emergere non è semplice proprio perché per emergere, sarà necessario portare traffico dai Social o conquistare il traffico dalle ricerche di Google. C’è però da dire che spesso l’errore è alla base: aprire un blog in nicchie già abbastanza competitive con un piano editoriale identifico a quello di tanti altri blog, corrisponde già ad una sorta di fallimento pre-annunciato.

Ogni decisione di aprire un blog dovrebbe comportare un’analisi di mercato, delle tematiche ricercate dagli utenti e una analisi dei competitor (blog) che già presidiano quelle tematiche per individuare sotto-argomenti ancora poco sviluppati, ma per i quali gli utenti cercano risposte e informazioni.
Lo sviluppo del piano editoriale avverrà proprio in funzione della raccolta di questi dati.

2. Mancanza di programmazione.

Non si dovrebbero scrivere articoli senza pianificazione. Un’attenta pianificazione dei post permette di far fronte ad alcune problematiche tipiche del blogging:

  • originalità dei contenuti;
  • mancanza di idee;
  • contestualizzazione temporale degli articoli.

Se non pianifichi il piano editoriale, rischi di perdere la costanza di aggiornamento del blog. I lettori che vedranno blog poco aggiornati capiranno subito che lo stato di abbandono del blog è prossimo e perderanno l’incentivo di tornare a leggerlo.

A volte l’assenza di programmazione è anche causata dalla scarsità di risorse. Non pensare di delegare la gestione di un blog ad una persona interna all’azienda se questa non conosce o non ha esperienza delle dinamiche della scrittura sul web e, in generale. del Content Marketing.

3. Un blog creato intorno all’azienda e non intorno alle esigenze dell’audience.

Un aspetto molto comune su buona parte dei blog aziendali è l’autoreferenzialità. Molto spesso infatti gli articoli dei blog si soffermano solo su notizie riguardanti esclusivamente l’azienda.

La giusta scelta sta nel mezzo: utilizza il tuo blog per promuovere la tua azienda con i suoi punti di forza, ma l’aspetto promozionale non deve essere l’anima del tuo blog. Il tuo blog deve informare, incuriosire e rispondere il più possibile alle esigenze degli utenti.

4. Utilizzare il Blog senza obiettivi specifici.

A cosa può servire un Blog? A vendere? Non direttamente, ma ad aiutare le conversioni certamente si.

Il blog, se ben strutturato, può davvero trasformarsi nel primo punto di contatto e di attrazione tra utente e azienda e può davvero iniziare a far circolare una strategia di web marketing più complessa e che coinvolga i vari canali.

Una scala di priorità nella costruzione degli obiettivi del blog aziendale dovrebbe essere:

1. analisi delle ricerche degli utenti;
2. analisi delle nicche e micro-nicchie tematiche;
3. coinvolgimento di nuovi potenziali clienti

5. Mancanza di pazienza.

I risultati di un blog non sono immediati. Tempo, budget, costanza e pazienza sono le armi di cui bisogna dotarsi. Non abbandonare il tuo blog perché non hai sin da subito risultati entusiasmanti. La fedeltà del lettore necessita anche qui del tempo.

Scopri come il nostro programma fedeltà può far crescere il tuo business